Postcards

CVUP 2021: MONTAG

"Montag era solo un mingherlino con una manciata di accordi. Poi sale su Trenord senza biglietto con i boliviani, guarda fuori dal finestrino, è autunno.”

Queste sono le prime parole che si scoprono su Montag dalla sua pagina Facebook, apparentemente abbandonata mesi fa. 

Montag è il progetto musicale solista, oppure l’identità stessa, di Pietro Raimondi, al momento in tour come voce, chitarra e penna dei Giallorenzo

Montag l’abbiamo trovato quando verso gennaio stavamo facendo ricerche sulle band per questa nuova edizione di CVUP, che in quel momento sembrava lontanissima e molto in forse. Leggemmo un articolo e iniziammo a sbirciare i video su youtube, e le tracce su SoundCloud, e la verità è che da allora non abbiamo più smesso. Montag è una serie di canzoni sparate in rete nel corso degli ultimi anni, più o meno dai suoi 18, se abbiam fatto bene i conti. Non si scorge alcun ordine, né una strategia. Montag è un impasto strano di malinconia, sincerità e piccole fortissime cose messe insieme in modo totalmente istintivo, a volte rabbioso, ma sempre, davvero sempre, poetico. 

Non c’è un brano in cui non ci sia sentimento, poesia, sincerità e tutto questo nel modo più irregolare e strano che ci sia capitato da anni. 

Allora abbiamo mandato un messaggio su messenger, poi un altro, abbiamo fissato una data che poi è saltata e ne abbiamo inventata un’altra dove non ci poteva stare. 

Perché questo è civuoleunPAESE e forse mai nulla è stato più giusto, compatibile e probabile di farlo iniziare con Montag, un mingherlino con una manciata di accordi, da sparare tutti insieme Giovedì 8 Luglio per l’opening act di civuoleunPAESE 2021!